Autore: Redazione

Barca a vela per trasportare immigrati. La GdF intercetta l’imbarcazione e ferma i tre scafisti ucraini e russi

La barca a vela, una monoalbero, è stata intercettata a largo delle acque brindisine. La Guardia di Finanza ha scoperto gli immigrati curdi e kosovari che viaggiavano nelle cabine di bordo, sottocoperta di: Elisabetta Tonni Roma, 8 marzo 2018 – Aver scelto una barca a vela e aver imbarcato un numero di clandestini decisamente inferiore al solito non ha permesso a tre scafisti di passare inosservati. Il monoalbero di circa 15 metri, di colore blu, battente bandiera tedesca, denominato “Nordster”, trasportava 48 persone, tra cui donne e bambini di nazionalità curda e kosovara. Il veliero è stato intercettato  al...

Leggi Tutto

Barbatrucco, l’operazione svela un brutto giro a Caltanissetta

Caltanissetta, 7 marzo 2018 – (Comunicato Stampa congiunto della Gdf e Carabinieri) – Nelle prime ore di mercoledì 7 marzo c.a. in Caltanissetta, Roma, Catania e Messina, a conclusione di articolate attività investigative durate circa un anno, coordinate dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta, svolte congiuntamente dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caltanissetta e dai Carabinieri della Compagnia di Caltanissetta è stata data esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare personale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Caltanissetta nei confronti di: arresti domiciliari 1. Flavio ROTONDO, nato a Caltanissetta di anni 30 (figlio del Cancelliere del Tribunale...

Leggi Tutto

Calogero Romano incastrato dall’operazione della GdF, Valle dei Templi. Sequestrati beni per 120 milioni di euro

Operazione Valle dei Templi: la Guardia di Finanza di Palermo sequestra beni mobili e immobili per un valore di oltre 120 milioni di euro a Calogero Romano, noto imprenditore originario di Racalmuto (Agrigento), passato dagli affari con il cemento a quello con la fibra ottica, senza tralasciare gli interessi per l’autodromo  di: redazione Roma, 7 marzo 2018 – Racalmuto è un piccolo paese nell’agrigentino, in Sicilia, famoso per aver dato i natali a personaggi illustri del nostro paese come  Pietro D’Asaro, a Eugenio Napoleone Messana, ai tenori lirici Luigi Infantino e Salvatore Puma, nonché allo scrittore Leonardo Sciascia e a personaggi molto oscuri come Calogero Romano. La Guardia di...

Leggi Tutto

Paper-One, GdF e Agenzia delle Entrate scoprono un giro di fatture false da 30 milioni di euro

Il valore delle fatture false è quello di un vero Paperone. Guardia di Finanza di Milano e Agenzia delle Entrate non esitano a definire l’operazione Paper-One, un foglio (la fattura falsa), con cui alcune imprese anche fornitrici di Pubbliche Amministrazioni frodavano l’Iva di redazione Roma, 28 febbraio 2018 – Si scrive Paper-One, ma si legge PAPERONE. E’ l’operazione della Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate che – unendo le forze – hanno individuato un giro di fatture false ricco quanto il papero più ricco dei fumetti. L’ammontare dell’operazione è di 30 milioni di euro e coinvolge anche imprese...

Leggi Tutto

Unisan deve lasciare lo stabile; centinaia di prestazioni sanitarie sono a rischio

Domani, sarà sgomberata con la forza la struttura ambulatoriale di Unisan. Forti disagi per le prestazioni sanitarie, fra cui quelle riabilitative. Tutti i politici candidati alla Regione Lazio sanno e non si muovono. Ecco gli impicci e gli intrecci che hanno portato a questo provvedimento di: Elisabetta Tonni Roma, 26 febbraio 2018 – Unisan, un consorzio di cooperative sociali onlus, domani dovrà lasciare lo stabile di via Majorana a Roma per non essere in regola con il pagamento dell’affitto. In realtà sembra che neanche esista un vero contratto di locazione, perché non sarebbe mai stato raggiunto un accordo sulla cifra fra proprietario...

Leggi Tutto

Andrea Camilleri: questa campagna elettorale è disgustosa, un litigio fra comari

Andrea Camilleri non vuole parlare della campagna elettorale, perché assistiamo a una cosa disgustosa fatta di false promesse e di insulti reciproci. Registra una grossa decadenza della politica che non è colpa del passato, ma che porta a scrivere la parola politica con la ‘p’ minuscola di Elisabetta Tonni Chissà che cosa direbbe il commissario Montalbano di questa campagna elettorale a pochi giorni dal voto. Ma siccome Salvo Montalbano vive nella penna di Andrea Camilleri, per risolvere il mistero non bisogna fare altro che ascoltare l’autore. Il suo esordio è tipico dello scrittore: “Non vorrei parlare di questa campagna...

Leggi Tutto

Commissione parlamentare antimafia, l’urlo più forte è per il silenzio della politica

La relazione finale della Commissione parlamentare Antimafia è la fotografia aggiornata delle organizzazioni criminali ed è la prima a inquadrare anche le zone grigie e a individuare gli strumenti per il loro contrasto. di Elisabetta Tonni Roma, 21 febbraio 2018 – La presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Rosy Bindi, lo dice senza troppi giri di parole: “In questa aula non ci sono i segretari di partito. La loro assenza non può non preoccuparci”. Le fa eco Marco Minniti, pochi minuti dopo: “Nella campagna elettorale non c’è il tema della lotta alla mafia e alla corruzione. E parlo da ministro dell’Interno”....

Leggi Tutto

Istituti musicali e accademie storiche in emergenza, rischiano la chiusura

Per gli Istituti Musicali ed le Accademie si sta aprendo una fase di vera e propria emergenza perché diverse eccellenze dell’Alta formazione artistica e musicale (Afam) rischiano di dover chiudere i battenti a causa della mancanza di risorse di: Redazione Il grido di allarme arriva dalla segreteria generale della Rua, la branca della Uil che si occupa della scuola. La segretaria generale di questo ramo sindacale, Sonia Ostrica, paventa uno scenario preoccupante: non sono ancora sbloccate le risorse dell’Alta formazione artistica e musicale (Afam) per gli istituti e le accademie che così rischiano di chiudere i battenti. Per portare...

Leggi Tutto

Un altro colpo contro la ‘ndrangheta con l’operazione Martingala

Operazione “Martingala”: Dia e Guardia di Finanza di Reggio Calabria contro la ‘ndrangheta: 27 arresti e sequestri di beni mobili e immobili per un valore complessivo di 100 milioni di euro.  Al termine dell’attività investigativa sono state denunciate anche 47 persone a vario titolo Di: redazione Roma, 19 febbraio 2018 – L’operazione è stata nominata “Martingala” ed è stata messa a segno dalla Direzione Investigativa Antimafia assieme al comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria. Il risultato è stato un colpo alla ‘ndrangheta con un provvedimento di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia territoriale nei confronti di 27 ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di associazione mafiosa, riciclaggio, autoriciclaggio, reimpiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita, usura, esercizio abusivo dell’attività finanziaria, trasferimento fraudolento di valori, frode fiscale, associazione a delinquere finalizzata all’emissione di false fatturazioni, reati fallimentari ed altro. Personale della DIA e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria sta eseguendo anche sequestri di imprese, beni immobili e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 100 milioni di euro. Contemporaneamente, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, sono in corso di esecuzione ulteriori provvedimenti restrittivi e di sequestro per riciclaggio/reimpiego nel tessuto economico toscano dei proventi illeciti conseguiti dall’associazione mafiosa. Più nel dettaglio, le indagini condotte dalla D.I.A. di Reggio Calabria, sotto la direzione dei  Sostituti Procuratori della DDA dott. Stefano...

Leggi Tutto

GdF, operazione Paper Castle, ma il castello non è di carta

La Guardia di Finanza di Genova sequestra un castello e chiama l’operazione Paper Castle, ma il castello è tutt’altro che di carta. E’ il frutto di una truffa ai danni dell’Unione europea dal valore di quasi un milione e mezzo di euro ed evasione fiscale da due milioni di euro. di Elisabetta Tonni Roma, 16 febbraio 2018 – La truffa era stata articolata in maniera molto dettagliata e per essere messa in atto una coppia di coniugi si è avvalsa di alcuni complici in Francia, Romania e Regno Unito. Moglie e marito avevano utilizzato i fondi messi a disposizione...

Leggi Tutto