CASO REGENI, IL NYT È SEMPRE IL PIÙ INFORMATO

2016-02-13 (4)Roma, 13 febbraio 2016 – È ancora il New York Times ad avere le informazioni più aggiornate sulla morte di Giulio Regeni. Il quotidiano statunitense ha ricevuto e pubblicato notizie in base alle quali il giovane dottorando friulano sarebbe stato prelevato da due persone del servizio segreto egiziano che lo avevano scambiato per una spia. La fonte è ovviamente segreta, ma il giornale la ritiene attendibile tanto da pubblicarla. Ribaltando il concetto, alcune le fonti egiziane hanno deciso di confidare a un giornale americano (e non a un giornale italiano) alcuni particolari sulla morte del giovane ventottenne.

Scorrendo le edizioni precedenti del quotidiano, si trova anche un altro articolo interessante sullo stesso argomento. Il 7 febbraio, il NYT ha titolato: “Il caso di Giulio Regeni potrebbe essere uno dei punti in discussione nel prossimo vertice Usa-Egitto. I giornalisti a stelle e strisce stanno indagando e scrivendo su un caso italiano con dovizia di particolari e di fonti tali da fornire retroscena inediti.

Gli autori degli articoli sostengono che il caso Regeni è particolarmente significativo, perché se non si fosse trattato di uno straniero sulla cui scomparsa si sono attivati tutti, ambasciatore italiano al Cairo in primis, ci si sarebbe trovati di fronte all’ennesima caso di sparizione. Una sorte che sembra abbia riguardato moltissimi egiziani dissidenti. Ipotizzano perfino una lotta tutta interna ai servizi segreti egiziani. In pratica, si tratta degli approfondimenti che sarebbe il caso emergessero direttamente dalle inchieste dei mass media italiani.

Elisabetta Tonni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>