bigodino17 ottobre 2015 – In un salone di bellezza, nel pieno centro di Roma, due amiche chiacchierano fra di loro.
Pia: “Tesoro, hai sentito che cosa ha detto Renzi?”
Donata: “A che cosa in particolare ti riferisci, cara?”
Pia: “Renzi ha detto che è stato staccato il ventimilionesimo biglietto all’Expo”.
Donata: “Ma è vero. Tu ci sei stata?”
Pia: “Ci dovrò andare. C’è stato mio figlio Pietro a maggio. Una gita scolastica. Molte scolaresche hanno visitato l’Expo e molte continuano a farlo adesso con la riapertura delle scuole. Il biglietto mica riferisce le caratteristiche dei visitatori… è un tagliando. Se poi ci sono stati più studenti che turisti, questo è difficile da riscontrare”.
Donata: “Ma tu non sei mica una studentessa, mia cara. E ci andrai”.
Pia: “Hai ragione, tesoro. Seguirò mio marito che dovrà andare lì per lavoro”.
Donata: “Un convegno organizzato dall’Expo, presumo”.
Pia: “No, tesoro. Andrà all’assemblea di Assolombarda in calendario per il 26 ottobre. È prevista anche la partecipazione straordinaria di Mattarella”.
Donata: “Ma va… Mattarella… presidente della Repubblica?”
Pia: “Sì, tesoro. Assolombarda è pur sempre l’associazione territoriale della Confindustria, no?”
Donata: “In genere i presidenti della Repubblica mandano un indirizzo di saluto da leggere in apertura di assise”.
Pia: “Ma qui parliamo degli industriali di Milano, Monza e Brianza… Anche per questo sono venuta oggi qui da Max. Devo rinfrescare il taglio. È passato quasi un mese dall’ultima sforbiciata…”
Pia: “Poi, con te, Max, ci vediamo sabato prossimo per la tinta. La piega me la farò rifare dal parrucchiere dell’albergo prima di accompagnare mio marito all’assemblea e andarmene un po’ in giro per l’Expo. So che molte realtà hanno organizzato i loro eventi all’interno dell’Expo anche quando i temi non erano attinenti con quello della nutrizione del pianeta. Sai dire che un convegno sarà ospitato a Expo fa certo un altro effetto. Vuoi mettere? Prova a dire che un seminario si terrà in una delle tante sale congressi a Roma e prova a dire che si terrà all’Expo: è un’altra cosa, no? Poi con la Roma di questi tempi, tutta scandali e tangenti… Nel frattempo si contribuisce a far aumentare il numero dei visitatori dell’Esposizione”.
Donata: “Te l’avevo detto, cara, che Renzi non mente nel sostenere che è stato staccato il ventimilionesimo biglietto di ingresso. Certo, questa estate è stato necessario abbassare i prezzi fino alla gratuità nel tardo pomeriggio pur di incentivare i visitatori. Già da luglio è stato tutto un susseguirsi di sconti, ribassi e omaggi… Pensa, sono stati così sensibili da consentire l’accesso gratuito agli anziani. Mi meraviglio come non siano andati a prendere i visitatori direttamente a casa… Però, come fa Renzi a sapere che è stato staccato il ventimilionesimo biglietto se il numero dei tagliandi non era stato registrato dai tornelli per problemi con il caldo eccessivo che ha mandato in tilt… che cosa era andato in tilt per il black-out da troppo assorbimento di energia da parte dei condizionatori? Erano andati in tilt gli stessi tornelli o i contatori? Fu proprio Sala a dirlo, no?”
Pia: “Ma dunque il numero dei biglietti potrebbe non corrispondere al guadagno potenziale? Dunque, stai dicendo che alla fine anche ammesso che ci siano stati venti milioni di visitatori, i conti dell’Expo potrebbero comunque chiudere in rosso?”
Donata: “Ah, beh, i conti… i conti si fanno sempre alla fine. A proposito: Max, mi fai il conto?”
Pia: “Ciao tesoro”.

Ci vediamo la prossima settimana.