MARATONA IN ACQUA PER AB-BRACCIARE L’AUTISMO

Roma, 31 marzo 2017 – Non è vero che contro l’autismo non si possa fare nulla. Tutti possono fare qualcosa. E tutti assieme si può fare molto anche facendo poco, per esempio un tuffo in piscina e qualche bracciata. Il divertimento si trasforma così in una terapia utile , soprattutto se sviluppata in un particolare contesto, per chi concepisce la relazione con una logica particolare.

Per la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo, sabato 1 e domenica 2 aprile torna in 8 città italiane l’Ab-bracciata Collettiva, la maratona di nuoto di 30 ore consecutive organizzata dalla Terapia Multisistemica in Acqua (TMA) metodo Caputo-Ippolito.

La maratona di solidarietà e sensibilizzazione per l’autismo si svolgerà contemporaneamente a Roma, Milano, Firenze, Napoli, Foggia, Treviso, Siracusa e Reggio Calabria dalle 7:30 di sabato e continuerà, per tutto il giorno e la notte, fino alle 13:30 di domenica 2 aprile.

I partecipanti potranno supportare l’iniziativa nuotando, stando a borgo vasca o anche con un contributo spontaneo a favore delle attività TMA che i ragazzi svolgono durante l’anno.

I metri nuotati da ciascun partecipante simboleggiano il tentativo di avvicinarsi alle problematiche connesse allo spettro autistico, cercando di accorciare le distanze tra questa problematica e l’indifferenza, come spiegano gli organizzatori: «Questa manifestazione natatoria è un modo per “ab-bracciare” la realtà dell’autismo. L’acqua è un elemento che consente di abbattere molte barriere e di migliorare l’integrazione sociale delle persone diversamente abili».

Il metodo TMA Caputo-Ippolito utilizza l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale e motorio: attraverso un intervento individualizzato, aiuta a sviluppare una relazione significativa superando i disturbi della comunicazione, relazione, e generalizzati connessi all’autismo.

L’edizione 2016 della Ab-bracciata collettiva ha coinvolto oltre 10.000 persone in tutta Italia: semplici cittadini e nuotatori professionisti, ragazzi affetti dal disturbo con i loro coetanei e familiari, operatori TMA ed educatori, hanno nuotato 4.316 chilometri di vasche dando vita a una due-giorni di grande festa e di partecipazione.

«Ci auguriamo di superare i numeri già straordinari della scorsa edizione», dicono gli esperti TMA, «perché sarebbe un incoraggiamento a continuare nella tutela dei diritti dei ragazzi con disturbi mentali e della relazione, facendo “venire a galla” le difficoltà ma anche le opportunità».

L’iniziativa di Roma, realizzata grazie al contributo di numerosi sponsor, si avvale del patrocinio gratuito del comune di Roma Capitale e del XV Municipio.

L’Ab-bracciata collettiva 2017 si svolgerà a:

  • Roma: CassiAntica Sporting Fitness – via Taormina 5
  • Milano: Enjoy sport center via Michelangelo Buonarroti 44, Cernusco sul Naviglio
  • Firenze: Hidron, via di Graminano, Campi Bisenzio
  • Napoli: Centro sportivo Sant’Antino, Via Giuglielmo Marconi 103, Sant’Antino
  • Foggia: Mirage Village, Via Tratturo Camporeale Km 1,2
  • Treviso: Piscine Comunali Chiara Giavi, via delle piscine 120, Montebelluna
  • Siracusa: Centro FIN, Via Sandro Pertini, Melilli
  • Reggio Calabria: Piscina Apan, Viale Labocetta

QUI IL VIDEO DELL’EDIZIONE 2016:

Per info e contatti TMA Group di Roma

Mobile 333.3291662 / Email vic.verolino@gmail.com