vero_made_in_italy

Nella prima puntata delle IENE di questa stagione televisiva, è stato messo in luce cosa può nascondersi dietro il “made in italy”, soprattutto in ambito alimentare.

Materie prime, prodotte ed acquistate da paesi stranieri, soprattutto dalla Cina, usati da numerose ditte “nostrane” per creare prodotti italiani, aggirando tutte le norme di sicurezza in vigore nella comunità europea.

Nadia Toffa tramite il sito change.org ha lanciato una petizione per chiedere il VERO made in italy, invitiamo tutti voi a porre una firma per questa buona causa.

E’ possibile firmare la petizione a questo link: https://www.change.org/p/vogliamo-il-vero-made-in-italy-veromadeinitaly?source_location=trending_petitions_home_page&algorithm=curated_trending

Per vedere il servizio completo delle Iene potete andare a questo Link: http://www.iene.mediaset.it/video/065/toffa-quando-il-pomodoro-cinese-diventa-%E2%80%9Cmade-in-italy%E2%80%9D_562065.shtml

In Italia vengono importati dalla Cina 200mila chili al giorno di concentrato di pomodoro, pagato a meno della metà di quello prodotto in Italia, che imprenditori senza scrupoli confezionano per vendere come made in Italy.

Per approfondire l’argomento vi proponiamo alcuni link a “IL GIORNALE”:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/telecamera-nascosta-e-pentito-rivelano-passata-italiana-solo-1122271.html

http://www.ilgiornale.it/news/linvasione-cinese-non-si-ferma-ora-conquista-pummarola-1081939.html